La nostra storia

Scoprite come è iniziato questa avventura dolce. Tutto cominciò con un’idea, un sogno fra amici, che dopo 50 anni è ancora vivo.

Contattaci

La Storia della Famiglia Manarin

Questa storia inizia a Mestre, nel 1947.
Che cosa la rende unica? Beh, probabilmente il fatto che tutto cominciò un pomeriggio, in piazza, dove si ritrovarono quattro storici amici. Può darsi che fosse un pomeriggio come tutti gli altri. Ma quel giorno quei quattro uomini decisero di costruirsi il futuro. Come?
Semplice. Uno offrì il suo frigorifero, un altro i soldi, un altro ancora il tavolo da lavoro, e l’ultimo prestò il mestiere.
Così aprirono il primo laboratorio di pasticceria.

Uno di loro si chiamava Giorgio Manarin. È il protagonista di questa storia.
Insieme, lavorando spalla a spalla, gomito a gomito, di giorno, di notte, mentre l’Italia cresceva, i nostri quattro amici sono diventati quattro antichi pasticcieri di Mestre.
Ma negli anni ’50 si separarono. Ognuno decollò con la propria pasticceria.
Ciascuno di loro aprì un nuovo laboratorio. Tranne Giorgio. Giorgio rimase lì. In quella stanza col tavolo acciaccato dagli anni. Insieme a Fanny, sua moglie. Con la quale decise di integrare la pasticceria con il bar, la gelateria.

Vent’anni dopo, il 3 Aprile del 1969, insieme a suo figlio Ivan e a Fanny, Giorgio si trasferì a Spinea, esattamente dov’è adesso, in via Roma.
Col tempo, Ivan ha imparato tutto quel che c’è da imparare da suo padre.
“La nostra pasticceria si basa su criteri specifici orientati a una scelta minuziosa delle materie prime. Mi hanno insegnato così. Quindi continuo a lavorare così”. Dice oggi, fiero.
Nel 1991 il negozio viene completamente rinnovato con uno stile allegro, originale e inconfondibile.
Così, Ivan, insieme a Luisa, ha gestito per decenni un laboratorio che vanta ben quattro pasticcieri, sfornando a ritmi convulsi torte, paste, brioche, focacce e bignè con la classica “lavorazione Manarin” e cioè attraverso l’impiego del lievito madre.
Ecco, il lievito madre.
Sembra essere come un figlio per i Manarin.
Necessita, infatti, di cure, tempi, modalità e premure molto precise, che questa famiglia svolge con amore, tramandando “il metodo” di generazione in generazione.
Oggi la punta di diamante del laboratorio è Thomas, il nipote di Ivan.
Ecco come la storia si riavvolge, si mescola, si amalgama come le trecce di pasta fragranti, esposte in vetrina e che “costringono” la gente ad entrare.

Contatti

Pasticceria Manarin
Via Roma 65/B , 30038 Spinea (VE)

Tel. 041 990875
Mail luisa.locatello.65@gmail.com

Orari:

Da Mercoledì a Lunedì :
8:00 - 13:00 - 15:30 - 20:00
Martedì : Chiuso